Maratona digitale a Palazzo Barberini: vincono gli effegiemme con il progetto #Goldenbox

12 giugno 2018


 

Si è svolta ieri, lunedì 11 giugno 2018, a Palazzo Barberini la maratona digitale dal titolo Che forma avrà il museo del futuro? organizzata dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, l’Associazione Civita ed Ericsson.

La sfida ha visto la partecipazione di giovani, umanisti, sviluppatori, programmatori, copywriter e data Analyst che, all’insegna dell’innovazione, hanno proposto, dopo tre settimane di intenso lavoro, la loro “idea di museo”, un luogo dove la tecnologia è al servizio della creatività, per migliorare l’esperienza di visita da parte del pubblico e, al contempo, incrementare conoscenza e visibilità del museo stesso.



L’iniziativa, presente all’interno della programmazione dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, si inserisce nell’ambito del progetto WeACT³- Agire insieme. La Tecnologia per Arte, Cultura, Turismo, Territorio, volto alla valorizzazione delle Gallerie Nazionali e promosso da Associazione Civita e dal pool di imprese del Comitato “Innovazione e Cultura” della stessa Associazione (Avvenia, Consorzio Glossa, DM Cultura, Enea, Ericsson, Gruppo DAB, Logotel, Mastercard, Oracle, Vodafone e Wind Tre).

Leggi il Comunicato Stampa sul sito dell’Associazione Civita


Tags:

giovani professionisti hackathon innovazione iot startup tecnologia


Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018

18 maggio 2018


Infrastrutture resilienti, sostenibili e innovative a misura di Agenda 2030

Le infrastrutture svolgono un ruolo essenziale per il benessere e per la competitività del Paese e sono settori privilegiati per avviare progetti di sviluppo sostenibile. Fondamentale è inquadrare tali interventi in una visione basata su resilienza, sostenibilità ed innovazione.

All’evento sono chiamate qualificate personalità a illustrare idee, strategie e progetti per la definizione di uno scenario concreto e di lungo termine centrato sul Goal 9.

 

Si terrà il prossimo lunedì 28 maggio alle ore 10 presso l’Unione Industriali di Napoli l’evento promosso all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 da titolo: “Infrastrutture resilienti, sostenibili e innovative a misura di Agenda 2030”, organizzato dal GdL 9 di ASVIS.

Il Presidente della Fondazione Lars Magnus Ericsson, ing. Cesare Avenia, terrà la relazione introduttiva ai lavori. (link)


Tags:

ASVIS business economia sostenibilità territorio


Incontro con Gaetano Miccichè – Presidente Banca IMI e Presidente Lega Seria A.

14 maggio 2018


Si è tenuto lo scorso venerdì 20 aprile l’incontro con il Dott. Gaetano Miccichè, organizzato con la Fondazione Perseus all’interno del ciclo di appuntamenti promossi dal Club della Fondazione Ericsson.

La relazione sull’evoluzione del sistema bancario italiano è stata di grande interesse ed ha ripercorso la storia dei principali banchieri che hanno costituito una tra le banche più importanti del Paese.


Tags:

business giovani professionisti il club innovazione


“HACKATHON WeACT³ – BARBERINI CORSINI GALLERIE NAZIONALI”

6 aprile 2018


Partecipa alla Maratona Digitale nell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018

Scarica il regolamento e il modulo di registrazione da inviare all'indirizzo email Ericsson.Comunicazione@ericsson.com entro il 1 maggio 2018.


Le imprese componenti il Comitato “Innovazione e Cultura”, istituito dall' Associazione Civita, hanno condiviso l’idea di sostenere un progetto comune volto a valorizzare le Gallerie Nazionali Barberini e Corsini denominato WeAct3

Nell’ambito del progetto, viene lanciata una sfida a creativi e visionari, per sviluppare un’idea di Museo del Futuro, un museo in cui la tecnologia sia al servizio della creatività, stimolando idee e proposte basate su una piattaforma IoT Accelerator per accrescere la connessione tra persone, opere e museo.

L’unico limite è la propria immaginazione! Ogni suggestione che sia portatrice di innovazione e immaginazione fuori dagli schemi potrà essere candidata alla Maratona Digitale.

 

I progetti dovranno essere inediti e verranno vagliati da una giuria composta da esperti, provenienti da aziende del Comitato di Innovazione e della struttura museale.

I partecipanti avranno un tempo di lavoro che coincide con la durata dell'evento di 3 settimane, così strutturate:

  • 7 maggio 2018, ore 10:00 presso Ericsson Telecomunicazioni S.p.A. in Anagnina 203 - Roma
    Attività prevista: presentazione della Maratona Digitale e formazione per l’utilizzo della piattaforma IoT Ericsson

  • 8 maggio 2018, ore 10.00 - presso Galleria Nazionale d'Arte Antica, Via delle Quattro Fontane 13 – Roma
    Attività prevista: visita guidata alle strutture del Museo

  • 8 maggio 2018, ore 15:00 - presso Palazzo Corsini, Via della Lungara 10, - Roma
    Attività prevista: visita guidata alle strutture del Museo

  • 11 giugno 2018, ore 9:30 - presso Sala dei Marmi presso Galleria Nazionale d'Arte Antica, Via delle Quattro Fontane 13 – Roma
    Attività prevista: presentazione dei progetti candidati attraverso una pitch, valutazione e premiazione dei vincitori.

Le tre idee più innovative avranno la possibilità di:

  1. essere testate sul Museo e sul relativo pubblico, a seconda dalle loro caratteristiche, in via sperimentale per 6 mesi, tempo durante il quale potranno essere messe a punto da parte delle stesse startup revisioni e migliorie sulla base di una esperienza reale;
  2. avere visibilità sul sito Web delle Gallerie e dei partner costituenti il Comitato;
  3. adoperare gratuitamente la piattaforma IoT Accelerator di Ericsson per 6 mesi.

Inoltre solo il primo classificato in graduatoria si aggiudicherà anche un contributo economico di € 3.000,00 (tremila euro), messo a disposizione dall’Associazione Civita.

Per partecipare scarica il regolamento e il modulo di registrazione da inviare all'indirizzo email Ericsson.Comunicazione@ericsson.com entro il 1 maggio 2018.

 


Tags:

hackathon innovazione iot tecnologia


Intervista ad Alessio Botta, Presidente di NM2 – Startup vincitrice della VIII Edizione del Programma EGO

23 marzo 2018


Il Prof. Alessio Botta, Co-founder and President di NM2, startup vincitrice della VIII Edizione del Programma EGO “5G Pioneers Competition”, è stato ospite di Ericsson al Mobile World Congress 2018 di Barcellona. Ci ha rilasciato un’intervista in cui presenta le attività e le soluzioni innovative di NM2 e le future strategie.

 


Tags:

business innovazione programma ego startup tecnologia


Incontro con Luigi Abete – Presidente BNL

6 marzo 2018


Si è tenuto lo scorso venerdì 23 febbraio l’incontro con il Dott. Luigi Abete, organizzato con la Fondazione Perseus all’interno del ciclo di appuntamenti promossi dal Club della Fondazione Ericsson.

La relazione dal titolo “Confindustria: evoluzioni e rischi del sistema della rappresentanza” è stata di grande interesse ed ha ripercorso la storia, lo sviluppo e l’evoluzione del modello di rappresentanza in Confindustria. Sono stati approfonditi i principali aspetti distintivi del modello di riferimento che per anni ha caratterizzato le dinamiche gestionali della principale organizzazione rappresentativa dell’Industria italiana, con un focus particolare agli anni che hanno caratterizzato la sua presidenza.


Tags:

business economia industria


Ericsson ha selezionato le Startup pioniere del 5G

16 febbraio 2018


  • Annunciate le 4 startup vincitirici del concorso “5G Pioneers”: operano in ambito Reti, IoT Blockchain, Smart Agricolture e Smart Mobility.
  • NM2, UniquID, Agricolus e Scuter saranno coinvolte nei progetti 5G di Ericsson in Italia e nel mondo, con particolare attenzione al programma “5G for Italy”, lanciato da TIM ed Ericsson nel 2016 con l’obiettivo di far sperimentare in anteprima le reti mobili di quinta generazione e le nuove applicazioni a partner industriali, accademici e istituzionali impegnati nella trasformazione digitale del sistema Paese.
  • Ericsson offrirà alle startup consulenze gratuite in ambito tecnologico, organizzativo, commerciale, legale, finanziario, e favorirà la possibilità di generare concrete opportunità di sviluppo sul mercato.
  • La prima classificata, NM2, sarà ospite di Ericsson al Mobile World Congress 2018

Si è appena conclusa l’ottava edizione del Programma EGO, concorso promosso da Ericsson Italia e dalla Fondazione Lars Magnus Ericsson volto a offrire opportunità di crescita e sviluppo a startup operanti nel settore ICT. In base al tema di quest’anno, “5G Pioneers”, sono state selezionate le migliori 4 startup impegnate nello sviluppo di prodotti e servizi in grado di trarre beneficio dalla tecnologia 5G.

La startup prima classificata, vincitrice del Premio per l’Innovazione del Programma EGO, è NM2 – Networking Made Easy. NM2 è uno spinoff dell’Università degli Studi di Napoli Federico II che si occupa di prodotti e servizi ad elevato contenuto tecnologico in ambito ICT.
Grazie ad oltre 15 anni di ricerca, NM2 ha sviluppato una piattaforma che consente di comprendere a fondo quello che accade all’interno di una rete: quali applicazioni si stanno usando, che prestazioni si ottengono e se ci sono anomalie o problemi di sicurezza.
Il suo vantaggio competitivo è dato dall’utilizzo di un approccio completamente software che però, grazie ad algoritmi proprietari, consente di lavorare anche su reti a 100Gbps.
Nonostante sia un’azienda molto giovane, NM2 annovera già tra i suoi clienti alcuni dei più grandi player internazionali del mercato delle telecomunicazioni.

NM2 avrà la possibilità di partecipare al Mobile World Congress 2018 che si terrà a Barcellona dal 26 febbraio al 1° marzo 2018.

Le altre tre realtà selezionate e che, insieme a NM2, potranno accedere a consulenze in ambito tecnologico, organizzativo, commerciale, legale, finanziario, oltre che avvicinarsi, da pioniere, al 5G, sono UniquID, Agricolus e Scuter.

UniquID è una startup con la testa a San Francisco e il cuore a Roma. Il prodotto, un sistema di enterprise Identity Access Management (IAM), sfrutta la forza della blockchain per collegare tra loro in sicurezza dispositivi IoT e servizi cloud. Grazie a una visione incentrata su codice open source ed effetto rete, concepita per essere competitiva in Silicon Valley, UniquID fornisce un modello universale, semplice e decentralizzato per la collaborazione e scambio di informazioni tra i miliardi di oggetti connessi di uso quotidiano.

La startup Agricolus lavora nell’ambito dell’agricoltura di precisione. Nasce da esperienze internazionali nei settori della ricerca, analisi, consulenza e sviluppo di applicazioni utili alla gestione agricola. L’obiettivo è supportare coltivatori, agronomi e altri operatori del mondo agricolo nell’ottimizzazione delle pratiche agronomiche, integrando competenze e le più moderne tecnologie di raccolta e analisi dati. Agricolus ha sviluppato un’interfaccia open «plug and play» che funziona come un supporto alle decisioni pronto all’uso, che spazia dal trattore allo smartphone, dal satellite al campo e che permette di concentrarsi sui processi di campo. Garantisce una maggiore sostenibilità ambientale ed economica finalizzata a una maggiore produzione, qualità e tracciabilità. Agricolus assicura il controllo di tutto il processo, integrando tecnologie e modelli terzi, rendendo la tracciabilità e i complessi modelli agronomici a portata di tutti in termini di costi e utilizzo.

L’obiettivo di Scuter è l’innovazione della mobilità urbana. La startup ha sviluppato un veicolo elettrico su misura per lo scooter sharing, che si guida senza casco, stabile grazie alle sue 3 ruote, leggero e sicuro, adatto ad essere guidato anche da chi non ha mai guidato uno scooter, e un’infrastruttura basata su blockchain che permette a qualsiasi imprenditore di lanciare il servizio di Scuter nella propria città. Le batterie sono sostituibili, in modo da non fermare mai il veicolo in ricarica, mentre il prezzo della corsa viene calcolato a seconda della categoria degli utenti. Scuter offre anche servizi per flotte aziendali.

NM2, UniquID, Agricolus e Scuter saranno coinvolte nei progetti 5G di Ericsson in Italia e nel mondo, con particolare attenzione al programma “5G for Italy”, lanciato da TIM ed Ericsson nel 2016 con l’obiettivo di far sperimentare in anteprima le reti mobili di quinta generazione e le nuove applicazioni a partner industriali, accademici e istituzionali impegnati nella trasformazione digitale del sistema Paese.

«Con l’annuncio di oggi, siamo orgogliosi di portare nuova linfa all’ecosistema di attori pubblici e privati che, da otto edizioni, collaborano al Programma EGO con l’obiettivo comune di accelerare la diffusione di cultura e servizi digitali a livello nazionale». ha commentato Cesare Avenia, Presidente della Fondazione Lars Magnus Ericsson. «Poter testare in anteprima le immense potenzialità delle reti mobili di nuova generazione, offrirà a queste giovani realtà imprenditoriali il vantaggio competitivo di agire da “pionieri del 5G” e farsi così protagonisti del progresso tecnologico e sociale del nostro Paese, secondo il principio dell’open innovation su cui si basa questa iniziativa».

«Attraverso il Programma EGO, Ericsson riconferma ancora una volta il proprio impegno a favore dello sviluppo di startup con progetti innovativi che possono fornire un contributo prezioso al miglioramento della vita delle persone. Siamo lieti di poter offrire il nostro supporto e nuove opportunità di crescita a queste realtà, che hanno dimostrato talento e visione”, ha affermato Federico Rigoni, Amministratore Delegato di Ericsson in Italia. “Inoltre, a partire da quest’anno, le startup vincitrici del Programma EGO entreranno a far parte di 5G for Italy, il programma sviluppato da Ericsson e TIM che intende dare la possibilità di sperimentare in anteprima il 5G a tutti gli attori coinvolti per favorire la trasformazione digitale del sistema Paese».

Lanciato in Italia nel 2004 e oggi alla sua ottava edizione, il Programma EGO ha l’obiettivo di promuovere l’innovazione in Italia e di favorire opportunità di crescita e di sviluppo per nuove iniziative imprenditoriali nell’ambito delle tecnologie di comunicazione. Il progetto rientra dal 2006 nell’ambito delle attività di responsabilità sociale di Ericsson e della Fondazione Lars Magnus Ericsson, in collaborazione con diverse università italiane: LUISS Guido Carli, Sapienza, Tor Vergata, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università degli studi di Siena e Università degli Studi di Trento. In oltre 10 anni, il Programma EGO ha selezionato e supportato 25 startup, con un tasso di sopravvivenza di oltre il 75%.

ERICSSON

Ericsson è leader mondiale nella fornitura di tecnologie e servizi per le telecomunicazioni con sede a Stoccolma, Svezia. La nostra organizzazione fa leva su oltre 111.000 professionisti che dal 1876 forniscono soluzioni e servizi innovativi a clienti in 180 paesi. Insieme stiamo costruendo un futuro connesso in cui ogni persona e ogni settore è nelle condizioni migliori per raggiungere il proprio massimo potenziale. Ericsson ha generato ricavi per 222,6 miliardi di SEK nel 2016 (24,5 miliardi di USD) ed è quotata presso OMX NASDAQ, Stoccolma e NASDAQ, New York. Per saperne di più visita www.ericsson.com

SEGUICI SU:

www.twitter.com/ericssonitalia
www.facebook.com/ericsson
www.linkedin.com/company/ericsson
www.youtube.com/ericsson


Tags:

giovani professionisti innovazione programma ego startup


Evento di chiusura progetto IoT Acceleration con Fondazione Mondo Digitale – Premiazione dei vincitori

18 dicembre 2017


Si è tenuto lo scorso lunedì 20 novembre 2017 l’evento di chiusura del progetto IoT Acceleration, promosso con la Fondazione Mondo Digitale.

La giuria, a seguito delle presentazioni effettuate da parte degli studenti dell’IIS Dante Alighieri di Anagni e IIS Enzo Ferrari di Roma, che hanno illustrato i loro prototipi innovativi sviluppati, ha proclamato all’unanimità vincitore il team “The Sun Flower” dell’IIS Dante Alighieri.

Il progetto primo classificato, nato dall’idea di un pannello fotovoltaico che insegue la luce del sole, si è concretizzato nel prototipo di una macchina a emissioni zero e in grado di liberare in movimento ossigeno nell’aria.


Programma


Tags:

business ict iot tecnologia


Il Club – Le Lobby e la Democrazia del Paese

15 dicembre 2017


Si è tenuto lo scorso mercoledì 13 dicembre 2017 l’incontro “Le Lobby e la Democrazia del Paese”, promosso dal Club della Fondazione Ericsson.

L’evento di presentazione del libro del Prof. Alberto Bitonti, Lobbying in Europe: Public Affairs and the Lobbying Industry in 28 Eu Countries, ha registrato la partecipazione di molti addetti ai lavori che hanno animato un dibattito ricco di contenuti e proposte sul tema del lobbying nel nostro Paese.

L’incontro si è concluso con l’intervento finale del Sottosegretario al Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione, Angelo Rughetti.


Le relazioni istituzionali d’impresa, oggi, si correlano alle Istituzioni pubbliche per instaurare rapporti stabili e duraturi, per informarle e orientare i processi decisionali, ma anche per influenzare iter di approvazioni, abrogazioni o modifiche di norme legislative in modo favorevole ad un interesse rappresentato.

Per le Istituzioni pubbliche, l’attività di ascolto nei confronti delle organizzazioni serve a compiere scelte più meditate e adeguate, più consapevoli e responsabili, grazie al confronto con le informazioni e le analisi fornite da specialisti del settore, in rappresentanza di legittimi interessi di “stakeholders”.

Per le imprese e per i decisori pubblici, instaurare e mantenere relazioni durature rappresenta un modo per promuovere il ruolo sociale, un’occasione per creare opportunità di crescita e di sviluppo, di dialogo e di conoscenza reciproca, di consapevolezza e condivisione di sfide comuni, nonché di trarre vantaggio nel lavorare insieme rafforzando il reciproco contributo all’utilità sociale.

Tuttavia l’interesse generale non è sovente la sommatoria degli interessi particolari. Cosa è l’interesse generale?
È importante garantire le stesse opportunità a tutti i gruppi di interesse (democraticità di accesso) ed è per questo che si rende necessario ripensare in parte allo stesso processo decisionale, innovando il rapporto tra la democrazia e i suoi attori, i suoi canali, i suoi strumenti, le sue regole, riconsiderando la centralità dei nuovi e differenti attori, tra cui i gruppi di interesse.

Svolgendo una panoramica sulle iniziative europee in corso e partendo dalle ultime iniziative istituzionali, quali il Registro dei lobbisti del Ministero dello Sviluppo Economico, il Regolamento sui lobbisti della Camera dei Deputati e il Forum di Open Government, diventate sinonimo di trasparenza, partecipazione e accountability, discuteremo insieme, in una sessione a porte chiuse, di cosa fare ancora per legittimare le attività di lobbying e a quali modelli culturali fare riferimento.

Programma

 


Tags:

il club


Il Club – Le radici del futuro: il valore e l’identità di un’impresa in Italia

30 novembre 2017


Si è tenuto lo scorso martedì 21 novembre 2017 l’evento del Club della Fondazione Ericsson dal titolo “Le radici del futuro: il valore e l’identità di un’impresa in Italia” organizzato all’interno della Settimana della Cultura d’Impresa 2017, promossa da Confindustria.

L’incontro ha registrato la presenza di rappresentanti del mondo dell’Industria, delle Università e delle Fondazioni e si è concluso con l’intervento del Vice Presidente del Senato della Repubblica, Maurizio Gasparri.


Un’impresa vive non solo nell’attività quotidiana, ma anche nella memoria di coloro che vi operano. Le tradizioni, i valori, il modo di affrontare i problemi non sono certo accidentali, ma corrispondono ad una profonda identità che si modella continuamente, a cui ognuno da un piccolo contributo. E’ un’opera collettiva, che sopravvive ai destini individuali, anche se nasce da ognuno di essi.

Il Gruppo Ericsson è presente in Italia sin dal 1918 quando con l’intervento nel capitale della Fatme, una fabbrica di materiali elettrici e telefonici, dette ulteriore impulso alla sua attività insediandosi nella periferia della Capitale.

Già allora, tra i più grandi produttori mondiali di apparecchiature telefoniche, Ericsson ha contribuito significativamente alla infrastrutturazione digitale del Paese attraverso un percorso fatto non solo di innovative tecnologie dell’informazione e della comunicazione ma anche portando con sé il frutto di oltre cento anni di originale cultura aziendale, ricerca, lavoro ed impegno, relazioni con il territorio, con grandi partner industriali e con i principali centri accademici del Paese.

L’azienda si approssima ai 100 anni, ancora giovane, innovativa e piena di energia.
Tutto questo verrà raccontato con qualificati interventi e testimonianze sulla storia passata e presente, approfondendo l’identità di Ericsson e la sua cultura d’impresa in Italia.

Programma


Tags:

business economia il club impresa innovazione territorio